Calcio Genoa
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Genoa, dopo il ko di Reggio quattro gare da non sbagliare

Blessin

Il Grifone precipita al Granillo sotto i colpi amaranto di Canotto ed Hernani. La classifica gli sorride, ma occorre riprendersi

Il Genoa fallisce uno dei suoi primi scontri diretti. La partita a scacchi tra Blessin e Inzaghi la vince il tecnico piacentino grazie allo scacco matto compiuto per mezzo del duo Canotto-Hernani e permette alla Reggina di agguantare i rossoblù al secondo posto regalando però al capolista Frosinone la fuga a +5 dalle inseguitrici. Al Granillo di Reggio il Grifone pare non scendere mai in campo, appare spento e poco combattivo. Patisce più del dovuto le ripartenze di un ispirato Canotto e le percussioni di Menez e Rivas, cosa che non ci si dovrebbe aspettare da quella che è la seconda miglior difesa del campionato. Anche se davanti a te hai l’attacco con il maggior numero di gol realizzati fino a questo momento in Serie B e gioca spinto dalla foga del suo pubblico (dato non di poco conto, visto che in casa la formazione amaranto ha sempre vinto tranne che in occasione dello scivolone con il Perugia).

A saltare all’occhio di tutti è il solito problema nella fase offensiva. Il Grifone ha gli artigli smussati e ferisce con fatica. Il 4-2-3-1 prediletto da Blessin non sembra essere il modulo adatto a far risaltare il suo attacco. In novanta minuti di gioco, Massimo Coda (che ricordiamo essere al momento due volte capocannoniere della Serie B, nonchè uno dei maggiori conoscitori del campionato cui il Genoa può fare affidamento) non ha calciato in porta neanche in un’occasione. E non si tratta di una casualità, perchè il bomber rossoblù è a secco da ben 190 minuti: non esattamente la tabella di marcia di uno che ambisce al terzo titolo marcatore di fila e ad entrare nella top ten dei realizzatori della cadetteria. A questo punto le cose sono due. O Coda ha perso il tocco una volta indossata la maglia rossoblù, oppure Blessin non è in grado di mettere l’attaccante in condizione di fare il suo lavoro. Onestamente, noi puntiamo sulla seconda opinione. Nel 4-2-3-1 il numero 9 non può cercare la via del gol, ma deve fare sponda per i trequartisti. Ma tra quelli che gli coprono le spalle, nessuno ha le qualità per attaccare la porta. A Reggio il Grifone si è impuntato a giocare sulla corsia di sinistra, con Czyborra e Gudmudsson che si sono alternati nel crossare palle su palle che, più che essere un vero pericolo per Ravaglia, l’hanno aiutato a tenersi caldo per 45 minuti.

Nonostante la sconfitta, la classifica sorride ancora al Genoa. Sempre secondo anche se, ora che la Reggina l’ha agganciato, se finisse oggi il campionato sarebbe costretto ai play-off in virtù degli scontri diretti. Mister Blessin deve ritrovare la foga con la quale si è fatto amare dalla Nord e che al Reggio non ha mostrato per neanche un secondo di gara. È sempre rimasto impassibile, statuario anche in occasione del pari. Ancora di più il tecnico tedesco deve riportare il suo Genoa alla vittoria. Adesso lo attendono quattro gare che è categorico non sbagliare se si vuole essere tra le favorite alla promozione diretta. Domenica il Como sedicesimo verrà al Ferraris galvanizzato dalla vittoria contro il Venezia, poi sarà il turno della trasferta di Perugia ultimo in classifica ed infine le due casalinghe con Cittadella e Sudtirol. Il campionato è ancora lungo, ma la strada della promozione passa da queste vittorie obbligatorie

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

rigoni
RIGONI - In esclusiva per CalcioGenoa.it, l'ex centrocampista rossoblu Marco Rigoni ricorda il match vinto...
genoa lazio probabili formazioni
GENOA-LAZIO PROBABILI FORMAZIONI - A soli quattro giorni di distanza dall'ultimo impegno torna in campo il...
FIORENTINA-GENOA PAGELLE - Le nostre pagelle a mister Gilardino e ai giocatori del Grifone in...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...