Calcio Genoa
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Blessin deve riaffidarsi al gegenpressing per tornare a vincere

Il pressing ultra offensivo è il marchio di fabbrica di mister Blessin. Nessuna in B ha recuperato più palle in avanti come il Grifone

Nelle ultime tre giornate di campionato si è visto un Genoa completamente diverso da quello che, dopo la gara di Terni, aveva gridato a viva voce davanti a tutta la Serie B di essere una squadra pronta a tutto per conquistare la promozione. Il recente scivolone l’ha fatto cadere al terzo posto e da questo, nonostante la situazione sia comunque positiva in lotta titolo, sono partite forti contestazioni e si sono innalzati i primi forti dubbi sul tecnico. Come afferma tra le sue colonne Il Secolo XIX, il Grifone non riesce più a fare risultato perchè, come affermato dallo stesso Blessin, ha “perso il suo Dna”. Tradotto, non ha più avuto modo di attuare quello schema di gioco che tanto l’ha contraddistinto. Il gegenpressing.

Il gegenpressing è stata l’arma preferita dal Genoa durante la prima parte del campionato ed è da considerarsi come il marchio di fabbrica dell’allenatore tedesco. Consiste nel portare la squadra ad essere ultra aggressiva nella trequarti avversaria per rubare palloni in avanti e ripartire subito cercando la profondità. Attualmente, il Grifone è la formazione di Serie B con il maggior numero di recuperi palla offensivi (115) nonchè l’unica ad aver superato quota 100. I rossoblù hanno più volte dimostrato di trovarsi a loro agio con questo stile di gioco, con Alexander Blessin che in ogni gara ha sistematicamente portato 5 uomini a fare pressione davanti all’area di rigore avversaria.

Battuta d’arresto a parte, con la sconfitta di Reggio Calabria e i pareggi con Brescia e Como, il Genoa rimane statisticamente una delle squadre che vincono più contrasti (122 contro i 114 del Frosinone e i 102 della Reggina). Inoltre è la formazione che fa più possesso palla con una media di 57.5%. Sebbene le statistiche diano ragione al gioco al modus operandi del tecnico di Stoccarda, i rossoblù faticano a trovare la rete e a vincere le gare prima del triplice fischio. Spiegazione è da trovarsi in diversi fattori, tra tutti l’utilizzo dello stesso, sterile modulo incapace di far risaltare Coda e alle contromisure prese dalle avversarie che hanno capito come neutralizzare le percussioni del Vecchio Balordo.

Da oggi il Genoa ha ripreso gli allenamenti al Signorini di Pegli per la preparazione della trasferta di Perugia: gara fondamentale per ritrovare fiducia nei propri mezzi, regalare la vittoria ai tifosi e -per Blessin – dare conferma a tutti di essere l’uomo giusto per riportare il Grifone a volare sugli stadi di Serie A.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

genoa
Tutti i giocatori del Genoa ad eccezione di Matturro a disposizione di Gilardino nella sessione...
genoa
Nella prossima partita sia il Genoa che l’Udinese non avranno giocatori squalificati...
vasquez
Vasquez era un esubero in estate, ora è una colonna portante del Genoa di Alberto...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...