Calcio Genoa
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il Genoa di Blessin è sempre più sterile

genoa-brescia blessin

Il tecnico tedesco ha mostrato le sue grosse lacune tecniche, il suo gioco è prevedibile e poco pericoloso

Il triplice fischio che mette la parola fine sul match del Ferraris tra Genoa e Cittadella non è altro che un terribile déjà vu di quanto successo a Perugia. Stesse facce nere che si presentano in conferenza stampa consapevoli del destino segnato. Questa volta però, Alexander Blessin è ben consapevole che non ha più scusanti e che nessuno può salvarlo dal suo destino. Sicuramente non Spors, che già si era esposto per lui ricevendo in cambio una prestazione deludente contro una squadra decisamente alla portata dei rossoblù. Come sottolinea Il Secolo XIX, il tecnico tedesco è reo di non essere riuscito a dare alternative ad un gioco che col passare del tempo è divenuto prevedibile e poco pericoloso e a dare quel cambio di rotta necessario ad impedire che una leggera flessione si tramutasse in una caduta a picco.

Col Cittadella la squadra gioca per poco più di 45 minuti, poi sparisce nel nulla. Crea diverse occasioni da rete, ma si soffre dello stesso identico problema: gli attaccanti sono senza killer instict. La scelta di mettere Puscas dal primo minuto per far riposare Coda risulta un suicidio. Il rumeno incide pochissimo e nell’ormai obbligatorio 4-2-3-1 chi gli da supporto non riesce a servirlo a dovere. Aggiungi l’ottima prestazione di Kastrati ed ecco che il Genoa prende gol sull’unica vera occasione dei granata.

Dopo la sconfitta contro gli uomini di Gorini, il Genoa esce dal terreno di gioco per la quinta volta di fila, con il successo di Terni del 22 ottobre che resta l’ultima volta in cui i rossoblù hanno conquistato i tre punti. Da allora, sono stati racimolati solamente due punti: non la tabella di marcia che ci si aspetterebbe da chi è favorito alla promozione. L’attacco continua ad essere una delle note più dolenti, l’attacco è andato in rete 16 volte ed è tra i peggiori del campionato. Il Grifone ha gli artigli smussati e così anche il suo allenatore, che è ben lontano dall’uomo che si era presentato alla Nord quasi un anno fa. Ora assiste silente dalla panchina, mostrando qualche cenno in rare occasioni. Che non sia già consapevole del suo destino e stia solo aspettando l’ufficialità?

Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Mi dispiace dirlo perché sono Genoana sfegatata ma il Genoa di Blessin fa venire il latte alle ginocchia.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Cosa aspettano a mandarlo a casa!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Secondo la gazzetta del principato, il Genoa se batte il tirolo del sud poi le vincerà quasi tutte. Sperem ben. ❤️ 💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sabotaggio se non salta ne fanno un po’ nella porta sbagliata

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

L’ha spiegato , siamo in difficoltà perché manca…Maradona ? Pele’ ? no…Pajac 🤣🤣🤣🤗

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma vai a quel paese …

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Vai a dormire mister A CASA Tua 🏡🏡🏡🏡🏡😈👺😈👺 CIAO 😈

Articoli correlati

frendrup
Genoa: Frendrup ha rinnovato fino al 30 giugno 2028; dopo la firma, arrivata poco fa,...
pegli
Seduta singola alla ripresa per il Genoa: non si allena Vasquez per il risentimento al...
ekuban
Caleb Ekuban ospite della puntata odierna di Dazn Talks; ecco le sue dichiarazioni nel corso...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...