Calcio Genoa
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Gazzetta: “Imbarazzo Genoa”

777

Il quotidiano usa parole forti per definire la vicenda che vede protagonista il Grifone

“Imbarazzante”. Si apre così il focus dedicato dalla Gazzetta dello Sport alla vicenda del mancato (o presunto) pagamente delle tasse da parte del Genoa. Come anticipato ieri da Tuttosport e riportanto anche oggi dalla Rosea, il club ha ceduto il marchio a una società che avrebbe dovuto pagare le tasse: ma si tratta di una cosa vietata e la Procura della Figc ha pertanto aperto un’inchiesta.

LA SITUAZIONE. Ad oggi, ricostruisce la Gazzetta, c’è solo la segnalazione della Covisoc alla Procura federale dopo aver accertato un’irregolarità amministrativa. La Procura ha aperto un’inchiesta e a breve chiuderà le indagini chiedendo il processo con il deferimento. Una prassi vista molte volte in Serie C e raramente in Serie B. Questo genera imbarazzo nel club, caduto dalle nuvole, che sta facendo le valutazioni del caso per capire se c’è stato l’errore.

IL FATTO. In sostanza il Genoa non ha rispettato la scadenza del 16 dicembre per il pagamento delle tasse (21,8 milioni di Irpef accumulati da gennaio per la sospensiva di legge dovuta al Covid, parte di un debito con l’Erario al quale sarebbero da aggiungere 4,2 milioni di Inps, che però dovrebbero essere stati pagati). Per questa mancanza la penalizzazione è di 2 punti, che potrebbero risultare decisivi nel cammino del Genoa.

IL PUNTO. Il Genoa ha cercato di aderire alla famosa legge Lotito, cui hanno aderito 18 club di A e molti di B, ma prendendo il tragitto sbagliato. La richiesta all’Agenzia delle Entrate non l’ha fatta il club, come da regolamento, ma la Genoa Image srl, una società controllata alla quale il Genoa ha ceduto i diritti dello sfruttamento del marchio per 16 anni in cambio appunto dell’accollo di parte dei debiti, in particolare quelli con il Fisco. Ciò non è però consentito dalle norme federali e qui il club ha sbagliato.

COSA SUCCEDERA’? La legge avrebbe dilazionato il debito del Genoa in 5 anni, con il 3% di interesse e il pagamento anticipato di tre mesi. In sostanza 3 milioni, che sicuramente il Genoa non avrebbe avuto problemi a estrarre. Quindi è probabile che 777 Partners, il Fondo proprietario del club, abbia preso la via sbagliata: la scadenza del 16 dicembre era stata di fatto spostata al 22 con il varo della legge di bilancio, ma il Genoa non vi ha fatto accesso, se non il 20 con Genoa Image srl. Ora sarà necessario attendere anche il 16 febbraio per il discorso stipendi (sotto questo aspetto il Genoa non dovrebbe avrebbe avere problemi avendo sempre rispettato le scadenze) e contributi, ma dovrà anche sistemare il pregresso più gli ultimi due mesi (dicembre e gennaio) e cercare un nuovo accordo con l’Agenzia delle Entrate, tempo permettendo. Ci sono tre settimane per risolvere il tutto, ma il mancato rispetto della seconda scadenza – regolamento alla mano – porterà addirittura all’esclusione dal campionato.

Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Cialtroni!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Che dire??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

C’è chi sta fallendo…e per 2 punti c’è imbarazzo … . Ma vaffa……

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Per una volta leggere il nome del Genoa strombazzato sui giornali , non mi fa alcuna paura.
Si chiarirà tutto , alla faccia degli scribacchini nazionali e locali .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

La Gazzetta è caso mai semplicemente imbarazzante. Ma come si fa a scrivere certe fandonie

Articoli correlati

vasquez
Da valutare le condizioni di Vasquez, uscito per Vogliacco a inizio secondo tempo nella sfida...
genoa
Nel post partita di ieri Ruslan Malinovskyi ha indossato la bandiera dell’Ucraina...
zangrillo
Le splendide parole del presidente Alberto Zangrillo nei confronti di Morten Frendrup ...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...