Calcio Genoa
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

ESCLUSIVA – Baccini: “A settembre una sorpresa; Guasto d’Amore? Parla di Genoa, giusto cantarla”

baccini

Il cantautore genovese ci parla della stagione del Genoa, dall’arrivo di Gilardino al mercato di gennaio. Poi, annuncia una sorpresa per il prossimo 7 settembre.

Francesco Baccini, cantautore genovese e genoano, con una lunga carriera nel mondo della musica italiana e autore di un inno per il Genoa nel 1991, ha parlato in esclusiva alla redazione di CalcioGenoa.it. Tanti i temi toccati con lui, dal cammino del Grifone in questa Serie B con Gilardino, passando per un pensiero all’amico Claudio Onofri e, infine, l’annuncio di una ‘sorpresa‘ per il popolo rossoblù in programma per il prossimo compleanno del Vecchio Balordo, il 7 settembre. Ecco le dichiarazioni integrali di Baccini, riportate di seguito.

Baccini, il caso Irpef si è risolto con la detrazione di un punto al Genoa. Secondo lei il primo posto in B è ancora possibile, o sarebbe meglio cercare di difendere il secondo?

Secondo me, per come si sono messe le cose, il primo posto è impossibile, a meno che il Frosinone impazzisca e non credo. Il Genoa dovrebbe a questo punto cercare di mantenere la distanza sulle inseguitrici che si è riuscito a conquistare sul campo, anche grazie all’intervento di Gilardino che ha cambiato radicalmente una squadra allo sbando. Se si continua su questo trend, la promozione diretta dovrebbe arrivare“.

Parlando di Gilardino: è soddisfatto della sua gestione finora? È lui l’uomo giusto per la Serie A?

L’ho detto subito che era l’uomo giusto; anche perchè all’inizio si parlava di allenatori stranieri che non conoscono la realtà del campionato di Serie B, un vero e proprio ‘inferno’. È un rischio enorme per qualcuno che arriva da fuori. Gilardino, invece, era già in società, stava facendo bene con la Primavera, ha giocato nel Genoa – è un rossoblù a tutti gli effetti. Poi lo vedo molto serio, preparato e concentrato: sa che lui stesso si sta giocando una carriera. D’altronde, passare così alla Prima Squadra non capita tutti i giorni, mi ha fatto venire in mente un parallelo con l’avventura di Simone Inzaghi alla Lazio“.

Che valutazione dà al mercato di gennaio del Genoa? Qual è l’acquisto che la incuriosisce di più?

Il Genoa, condizionato dal gioco accentratore di Blessin, si è ritrovato con carenze in alcuni ruoli ed esuberi in altri. Sulle fasce, fortunatamente sono arrivati Criscito e Haps. Poi ci sono giocatori come Dragus, che mi sembra interessante, e Salcedo. A centrocampo c’è un solo regista: Badelj, che però non dà garanzie a livello fisico. In attacco, manca un giocatore come Ekuban, che ho incontrato in tribuna e sembra pronto a tornare a breve. È veloce e in grado di portare via uomini a Coda. Nel frattempo poteva sostituirlo Lasagna ma non è arrivato. Mi sento di dare un 6, che con un altro acquisto sarebbe potuto essere anche un 7 e mezzo“.

Come si aspetta di trovare il Modena domenica?

Il Modena è una squadra altalenante: perde con le piccole, poi batte il Parma o il Cagliari. All’andata il Genoa ha vinto ma a fatica. Però il Grifone è sempre più forte come individualità. Chiaramente bisognerà essere super concentrati, sfruttare le palle gol e riuscire finalmente a chiudere la partita, cosa che raramente la squadra fa“.

In quanto cantautore e musicista, oltre che compositore di un inno per il Genoa, che idea si è fatto Baccini del fenomeno che ruota intorno a ‘Guasto D’Amore’, la nuova canzone per il Genoa del cantante ligure Bresh?

Beh, la canzone parla del Genoa, quindi è giusto che la si canti al Ferraris. Comunque, stiamo preparando una sorpresa per i 130 anni del Genoa, il prossimo 7 di settembre. Spero sarà gradita a tutti i rossoblù“.

Il suo legame di amicizia con Claudio Onofri, leggenda del Genoa, è cosa nota; vuole dedicargli un pensiero e un ricordo?

Con Onofri facciamo puntualmente un commento a caldo della partita appena finita in una trasmissione dal titolo ‘Nell’occhio del Grifone’, su Twitch e YouTube. È una autentica leggenda: è stato capitano e allenatore; pur non essendo di Genova è un vero rossoblù. Poi è un grande intenditore di calcio, quando parla bisogna ascoltare e prendere appunti. Di lui ho ricordi di quando ero ragazzino: io andavo allo stadio a vedere lui in campo con la fascia da capitano. C’è grande stima e amicizia tra noi“.

A parere suo, c’è una possibilità che Gasperini, chiusa la sua avventura con l’Atalanta, possa tornare in futuro a Genova?

La possibilità c’era anche quest’estate. Gasperini a Genova ci sta volentieri, è amato dalla gran parte dei tifosi. Bisogna capire se a questa proprietà interessa il profilo di Gasperini, poi con questa qualità di gioco e di risultati da parte di Gilardino non è scontato, io personalmente gli darei fiducia“.

 

 

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma sto qua non era doriano?

trackback

[…] Per leggere l’intervista completa cliccate sul seguente link […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non lo posso ne vedere ne sentire Baccini

Articoli correlati

ESCLUSIVA GAGLIARDI- Lorenzo Gagliardi, difensore classe 2004 di proprietà del Genoa in prestito al Pontedera,...
mele
ESCLUSIVA MELE - Chiara Mele ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni dell'ottimo rapporto che...
calvani
ESCLUSIVA CALVANI - Gabriele Calvani, difensore classe 2004 di proprietà del Genoa in prestito al...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...