Calcio Genoa
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

I pescatori di Boccadasse: “La piattaforma sullo scoglio risale alla II Guerra Mondiale”

Gli storici abitanti del Bordo, Galleano e Dodero, hanno raccontato la storia della base su cui dal 1974 è issata la bandiera del Genoa

Sullo scoglio di Boccadasse la storica bandiera del Genoa continua a non fare più da cornice del suggestivo panorama che offre la spiaggia. Dopo l’esposto alla Procura da parte degli ultras della Sampdoria, il vessillo è stato momentaneamente rimosso da Angelo ‘Lino’ Galleano e Federico Dodero, storici pescatori del Borgo ora pensionati di 87 anni e da sempre grandi tifosi del Grifone. Rappresentati dall’avvocato Michele Ispodamia, hanno raccontato il motivo della loro azione: “L’abbiamo fatto dopo aver saputo dell’esposto. Siamo anziani e non vogliamo avere problemi. La bandiera è issata sullo scoglio dal 1974 e nessuno, neppure i sampdoriani che vivono qui si sono mai lamentati o hanno mai chiesto la rimozione”. 

I due pescatori non sono indagati in quanto l’indagine non è stata ancora avviata, ma in ogni caso non esiste comunque un provvedimento che imponga di togliere la bandiera. Nell’esposto presentato alla Procura da parte dei due tifosi sampdoriani Bosotin e Comini viene evidenziato come la struttura in ferro che fa da piedistallo per la bandiera sia un illecito urbanistico ambientale. Galleano e Dodero fanno subito chiarezza, affermando come la piattaforma esistesse già dai tempi della Seconda Guerra Mondiale e fosse stata usata contro i nazisti: “Non abbiamo costruito nulla per issare la bandiera sullo scoglio di Boccadasse. La base era già presente da quando i nazisti stavano a Genova. I pescatori del Borgo l’avevano costruita di notte dopo che i tedeschi avevano minato la spiaggia e recintata con delle reti. In questo modo con una lenza fissa potevamo pescare e, di conseguenza, mangiare”.

I due pescatori aggiungono di essere in possesso dei documenti che confermino la loro storia e, come se non bastasse, da alcuni accertamenti emerge che non è la prima volta che un esposto simile finisce davanti agli occhi dei pm. Già due anni fa era successa una cosa simile e il caso era finito al pubblico ministero Fabrizio Givri che, dopo alcuni accertamenti, aveva ottenuto l’archiviazione del procedimento. Raggiunto dai microfoni de Il Secolo XIX, l’avvocato Ispodamia afferma: “Sono fiducioso su un’altra archiviazione, ai miei assistiti non sarà contestato alcun addebito”.

Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sudditanza psicologica

Articoli correlati

gilardino
Resa nota la lista dei convocati del Genoa per il match contro la Lazio, anticipo...
gilardino
Niente conferenza per mister Gilardino, solo alcune dichiarazioni ai canali ufficiali del Genoa: ecco cosa...
gilardino
È stato scelto il 24 aprile come giorno per far mettere a mister Gilardino la...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie