Calcio Genoa
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Versatilità e fiducia, la cura di Gilardino

gilardino

Il tecnico rossoblù ha ridato linfa vitale e fiducia ad un Grifone ferito e scoraggiato, riportandolo a salire di quota

Sebbene si fosse visto di che pasta fosse fatto già quando sedeva sulla panchina della Primavera, neppure il tifoso più ottimista avrebbe mai potuto augurarsi che Alberto Gilardino sarebbe stato così incisivo alla guida del Genoa. Come sottolineato tra le colonne de Il Secolo XIX, il tecnico ha dovuto sistemare una squadra gravemente scoraggiata e con giocatori che, dopo la sconfitta di Reggio Calabria, si sono come spenti e hanno iniziato a rendere al di sotto delle loro potenzialità. Un obiettivo non certo facile, quello affidatogli, visti non solo i pochi giorni a disposizione, ma anche gli avversari da affrontare. L’ex campione del mondo ha però dimostrato grandi qualità tecnico-tattiche affidandosi dapprima ad un arrangiato 4-3-3 poi mutato in corso d’opera nella sfida con il Sudtirol in un 4-3-1-2. È questa infatti la gran capacità di mister Gilardino: saper leggere le partite e capire come muoversi a seconda delle evenienze. Nella gara di domenica ha dovuto coprire le ripartenze del Frosinone passando ad un 4-3-2-1 che si è rivelata mossa più che vincente.

Con una tabella di marcia che gli è valsa 7 punti in 3 partite (tra le quali si conta la vittoria contro la capolista), Gilardino ha messo in chiaro come la scelta di puntare su di lui sia stata la migliore che la società potesse fare. Sebbene i risultati siano dalla sua, però, la conferma non arriverà prima del 26: termine ultimo della sua chiamata “ad interim” e ultimo impegno del girone di ritorno. Merito da riconoscergli è la capacità di lavorare con la squadra soprattutto dal punto di vista psicologico, tant’è vero che egli stesso ha ammesso che nei primi giorni a Pegli i suoi sforzi sono stati impiegati sulla “mentalità e atteggiamento” da avere in campo. E i risultati si sono ben visti. Gudmudsson, Aramu e Jagiello sono solo alcuni dei giocatori che si sono ritrovati.

La difesa è tornata ad essere il bunker delle prime giornate. Da quando Gila ha preso le redini, i rossoblù non hanno subito neppure un gol grazie allo strepitoso lavoro fatto dal duo Bani-Dragusin e dalla sicurezza garantita tra i pali da Semper che con forza si è guadagnato il posto da titolare ai danni dello spagnolo Martinez.

Adesso la squadra si gode l’ultima giornata di riposo concessa dal mister e domani riprenderà gli allenamenti in vista dell’importante sfida del San Nicola contro il Bari. Gara che vale il terzo posto in solitaria o, in caso di scivolone della Reggina ad Ascoli, il secondo gradino del podio. In caso di vittoria, il Genoa avrebbe i quattro sì che necessari per la conferma di Gilardino: una figura che accontenterebbe sia la richiesta di un qualcuno che conosce il campionato italiano, sia quella di un profilo internazionale.

Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Una persona giusta al momento giusto…in serie b ci sono 4 campioni del mondo del 2006…con tutti gli allenatori bravi italiani con o senza esperienza…i 777 sono andati a scovare un allenatore tedesco..che era scarso da giocatore e lo è da allenatore…Gila è un uomo di calcio che sa di calcio…se quello ha allenato x 30 partite prima di essere messo in discussione…aspettate prima di criticarlo…x me ci porterà lontano…❤️💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

❤💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande Gila ❤️💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Mah!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Cioè fatemi capire se dovesse pareggiare o perdere non sarebbe confermato e poi per chi dopo che abbiamo sopportato Blessin con un insulsa serie di pareggi casalinghi e le due orrende sconfitte con Perugia e Cittadella che ci costano minimo 4 punti

Articoli correlati

GENOA-UDINESE PAGELLE - Le pagelle della nostra redazione ai giocatori in maglia rossoblu nella vittoria contro...
lucca
Il collega di Udine Stefano Rizzi ci presenta il prossimo avversario del Genoa di mister...
genoa udinese
GENOA-UDINESE PROBABILI FORMAZIONI - Il Genoa di Gilardino torna a giocare al Ferraris in una...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...